Vendo la palestra perchè sono stufo di avere a che fare con istruttori menefreghisti

Vuoi vendere la tua palestra…. parliamone! Non è una provocazione.
21 Maggio 2017
Lo scandalo dei CD musicali per il fitness
21 Maggio 2017

prenota il tuo intervento alla conferenza del 4 giugno ore 14.30 sala Neri 2 Rimini Wellness

Vendo la palestra perchè sono stufo di avere a che fare con istruttori menefreghisti …..e disfattisti, aggiungono altri inviperiti“.

Non sono mai in orario“.

Arrivano cinque minuti dopo l’inizio della lezione e se ne vanno cinque minuti prima“.

Non sanno relazionarsi con i clienti

Mi ha detto che se non alzo la retribuzione oraria se ne va e si porta via tutti i clienti delle sue classi

L’ho beccato in sala attrezzi  sul computer di sala che “cazzeggiava” sul suo Facebook durante l’orario di assitenza”

Sono i primi a lamentarsi con i clienti che in palestra non funzione niente e che la colpa è mia perchè non so farmi rispettare, ma se sono loro i primi a farmi le scarpe e sputtanarmi“.

E poi a sentire parlare gli istruttori si ascoltano lamentele del genere:

Siamo sottopagati

Avanzo lo stipendio da tre mesi

Devo tenere la musica bassa perchè disturbo la sala a fianco e non riesco a dare energia alla mia lezione

Mi ha offerto degli orari sfigati

Mi ha detto che se non faccio minimo 8 persone a corso non mi paga

L’altro giorno mi sono fatto sostituire da un collega per una ragione gravissima e mi ha fatto un “cazziatone” che gli uscivano gli occhi dalle orbite

Mi ha imposto di fare un corso “fantozziano” che è stato una “cagata pazzesca”, ho perso una giornata per niente, lui e i suoi corsi di merda

Mi costringe a fare dei programmi precoreografati che lui compra e che a me fanno schifo“…… ne volete ancora?

Tutto questo è saltato fuori in quattrocento richieste di vendita di palestre e qualche decina di richieste di acquisto da parte di istruttori che vogliono comprare la palestra ma non hanno un euro ed una gran paura di indebitarsi.

Una pagina social può certamente servire in uno scenario simile dove sarà possibile confrontarsi, esprimere il proprio parere e le proprie ragioni. Tutti devono appropriarsi di questo diritto e magari, nel confronto, sarà possibile trovare un punto di incontro, da cui ripartire.

Proviamo a mettere degli istruttori maturi ed in età imprenditoriale nelle condizioni di diventare dei titolari e dei titolari di lungo corso che desiderano fare altro nella vita, nelle condizioni di vendere e andare oltre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *