CREATIVE : SETTE DOMANDE IN CERCA D’AUTORE

“JUST BE CREATIVE” DIAMO LA PAROLA AI GRANDI DEL MARKETING
22 Agosto 2017
CRUISIN’WAY LA VIA DELL’INNOVAZIONE PER LO SVILUPPO DEL TUO CLUB
26 Agosto 2017

Creative : 7 domande in cerca d’autore:

1 – Ma Creative è un circuito di matti fuoriusciti da un manicomio?

2 – E’ possibile che personaggi che per anni hanno mantenuto un certo plomb, d’emblèe diventino eccentrici al punto da rasentare la follia?

3 – E’ vero che i creativi sono tutti matti?

4 – Ma la creatività rende felici i creativi oppure nel tempo diventa un peso insostenibile?

5 – La creatività è un metodo?

6 – Ma qual è il segreto della creatività?

7 – C’è un modo per capirla, insegnarla, potenziarla?

Alle prime 5 domande potrei rispondere con un SI o con un NO senza scompormi più di tanto, le ultime due lasciano il segno indelebile del dubbio amletico e quindi devo organizzarmi.

Fare profitto, aumentare i clienti, significa crescere economicamente e per farlo occorre essere creativi, sempre più creativi.

A questo punto invito il prof. Domenico De Masi, professore emerito di Sociologia del lavoro all’Università La Sapienza di Roma, ad esporvi il suo pensiero:

E’ indispensabile sfornare sempre nuove idee, nuovi progetti, nuovi servizi, nuovi programmi, nuove informazioni, nuovi simboli, nuovi valori e nuove estetiche.

Alla creatività chiediamo di procurarci la felicità e, se possibile, l’immortalità.

L’intelligenza artificiale assorbirà qualsiasi posto di lavoro possa ambire un essere umano, persino il lavoro intellettuale di natura complessa.

A questo punto al nuovo mondo resta tutto ciò che è squisitamente creativo. Scuole, (chiese, palestre, scuole di danza), famiglie, imprese e lo stesso Stato dovranno scovare e coltivare le doti creative dei giovani.

D’altra parte anche i lavoratori sempre più colti, esperti e scolarizzati, sarebbero pronti a queste mansioni più creative se la loro fertilità intellettuale non fosse castrata da organizzazioni obsolete, che ancora li imbrigliano entro regole nate più di cento anni fa in funzione dell’allora analfabetismo dilagante.

Poiché occorre rivoluzionare creativamente queste regole, ecco un altro motivo per cui la creatività diventa imprescindibile”.

 

Concludo invitando le piccole aziende, come le palestre, le scuole di danza, i titolari ed i loro collaboratori, che a più riprese hanno manifestato le loro intenzioni verso la rinascita, a considerare nella creatività i veri valori per approdare ad uno stato di fertilità e profitto e per la conquista di grandi obiettivi.

Il nostro progetto per acquisire nuovi clienti ed aumentare il fatturato è inimitabile e unico.

Con la Lead Generation arricchita dalla strategia Creative, ti spieghiamo come generare flussi spontanei di contatti interessati ai tuoi contenuti, lasciandoti alle spalle competitor e metodi superati dalle nuove tecnologie.

A Prato il 20/21/22 ottobre saranno i titolari stessi delle palestre, nostri partner, a mostrarti i risultati del progetto.

Prenota la tua partecipazione cliccando sull’immagine che segue, compilando la scheda d’iscrizione

Creative: Marketing, Training Tecniques & Management

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *