Creative: proviamo ad immaginare il futuro attraverso gli stimoli della mente

UNA GUIDA PER EVITARE DI PISCIARE FUORI DAL VASO
22 Settembre 2017
Multitasking? Il cervello non condivide e sceglie la concentrazione
6 Ottobre 2017

CREATIVE  20 – 21 – 22 OTTOBRE ’17

ART HOTEL MUSEO & PALESTRA UNIVERSO DI PRATO

Creative sviluppa l’intelligenza collettiva tramite il confronto, l’interattività e l’esperienza per la soluzione dei problemi quotidiani e la predisposizione al risparmio!

Le difficoltà del mercato e l’esigenza di differenziare l’offerta impongono alle aziende palestra la necessità di attuare scelte strategiche commerciali orientate alla soddisfazione del cliente ed alla valorizzazione del servizio.

Quali sono gli elementi che rendono un centro fitness un’azienda di successo?

Come trasformare la propria clientela in una community che vive la palestra non solo come centro di allenamento ma come contesto stimolante e di aggregazione?

Il #Clubmanager è la figura ad oggi più richiesta all’interno di una palestra e di un centro fitness. Quali sono le competenze che deve avere un Club Manager?

Queste ed altre tematiche da approfondire ed ecco le 21 ragioni per essere al Creative di Prato dal 20 al 22 ottobre:

21 RAGIONI E UNA TONNELLATA DI OPPORTUNITÀ

1Venerdì 20 ottobre dalle 17.00 alle 19.00 il programma prevede una tavola rotonda dove l’argomento di discussione sarà la concorrenza e cioè come ci si difende dalle aperture selvagge di altri club nelle vicinanze al tuo, dalle low cost e dai propri clienti che in occasione di aperture di altre palestre ricevono bonus ed abbonamenti a costi ridottissimi e quindi ti chiedono sconti minacciando di abbandonarti per i nuovi arrivati. Chi non si è ancora trovato di fronte al problema si consideri fortunato ma non lo trascuri. Ci sono dei sistemi e delle strategie da attuare per aggredire situazioni che si preannunciano deleterie e che possono addirittura trasformarsi in vantaggi e benefici. Per far sì che questo avvenga, è necessario un processo d’innovazione quotidiano e continuo.

2Sabato 21 avremo al mattino la prima visione strategica che, insieme alla creatività, saranno il valore aggiunto dell’evento pratese. Qualsiasi metodo ha in se i limiti che lo hanno originato e soltanto la creatività è in grado di sviluppare nuovi percorsi e creare la differenziazione.

3 – L’innovazione non è sfruttabile ad un tanto al chilo, è necessario scoprire come fare innovazione e quando fare innovazione. Come stabilire i termini del cambiamento e come e quando gestire il cambiamento.

4 – Scopriremo tutti insieme che la creatività è un metodo che chiunque può attuare e sfruttare al 100%, per cui la creatività vale per tutti e a Creative vi racconteremo come è possibile migliorarla sempre di più a vostro vantaggio.

5Creative aprirà le menti sui nuovi sistemi di vendita fornendo le informazioni necessarie per comprendere il sistema integrato tra affidabilità dei contenuti e dei prodotti o servizi. La Cruisin’Way la percorriamo da 34 anni ed abbiamo lottato contro il potere delle multinazionali spezzando la loro prepotenza tutte le volte con la creatività e con il nostro sistema di valori integrato all’attualità degli avvenimenti.

6 – Ribadire l’importanza dei social oggi è tempo perso, meglio definire la qualità dell’impegno quotidiano dedicato ai social e l’intensità indispensabile per sfruttare al massimo le potenzialità della comunicazione social. Il futuro non prevede alibi o ci siete o vi sciogliete per poi sparire come neve al sole. Creative è il miglior supporto possibile perché traccerà insieme a voi i percorsi per l’acquisizione di nuovi clienti e la fidelizzazione degli attivi.

7 – A #Creative, abbiamo riservato UN REGALO IMPORTANTE per te:
5 incontri on line con 5 professionisti del fitness che serviranno a posizionare il vostro servizio nella mente e nel cuore del potenziale cliente. Con i nostri coach potrete interagire, porre domande sulla propria azienda, affrontare argomenti e dettagli mai sviluppati prima d’ora!

Clicca sul link https://goo.gl/gTzFoY per saperne di più!

A Creative proviamo ad immaginare il futuro attraverso gli stimoli della mente

Nel nostro settore c’è chi desidera raggiungere gli obiettivi e chi preferisce una buona dose di masochismo per continuare con metodi jurrassici pensando che il mondo è sempre quello e quindi basta far quadrare quattro numeri per splendere di luce propria.

I numeri sono indispensabili e qualsiasi commercialista “bravo o sfigato” non potrà che dirvi le solite banalità: controllate i costi, i tour, prendete nota di tutto senza tralasciare quante volte lo stesso cliente farà la doccia o la pipì, perché questo influirà, alla fine del mese e dell’anno, sull’incidenza dei costi in termini di bilancio… e bla bla bla.

Ok, fatto il compitino da prima elementare, un classico per chi non ha proprio nulla da insegnarvi, passate al livello successivo, ed imparate a gestire la vostra azienda con un buona dose di Brain Training.

Si chiama così l’allenamento cognitivo, la ginnastica mentale che con una buona dose di creatività, impegno, volontà e competenza, vi farà superare i vostri competitor e assecondare i bisogni dei vostri client. Ma attenzione, amici “moods”, perché tutto questo prevede un ripensamento dei rapporti “vecchi” tradizionali, superati…. tra chi vende e chi acquista il vostro servizio.

E’ necessario a questo punto, direi indispensabile, il potenziamento delle capacità relazionali attraverso specifici modelli del settore commerciale dell’azienda “club”. Quindi non sono più sufficienti, appartengono al passato, le proposte segmentate, che vanno completate con esperienze più complesse e in linea con i tempi ed in prospettiva con quelli che verranno.

Tutto questo prevede un ripensamento generale dei rapporti tradizionali tra venditore e compratore, tra commerciale e cliente. La base deve essere impregnata di emozioni e sensazioni, l’esperienza è determinata dalla creazione condivisa tra club, community ed il consumatore che accede al servizio.

E ricominciamo con l’ottava ragione imprescindibile:

8Team. Abbiamo vissuto per anni all’interno dei club una situazione di anarchia, dettata da un disorientamento di fondo provocato da imprenditori che affidavano ad altri il compito di ideare, produrre e distribuire il prodotto o servizio. Questo è stato ed è ancora l’errore “disumano” che ha reso le vostre aziende incapaci di ideare, produrre e distribuire.

Ho lottato per 25 anni contro questa idiozia che ha provocato il fallimento di alcune aziende e lo stato di incertezza della maggior parte di esse, e nessuno è stato in grado, a parte alcune eccezioni, di spiegarvi quale fosse il problema.

Vi hanno detto che siete degli appassionati del vostro lavoro è vero, ma quale imprenditore può pensare di avere successo se non è appassionato del proprio percorso di lavoro? Vi hanno detto delle minkiate. E continuano a prendervi per i fondelli.

Io ho amato ed amo il mio lavoro. L’ho vissuto con una passione indescrivibile e sono qui con un’azienda di cervelli a lottare contro aziende internazionali alle quali abbiamo piegato la schiena più di una volta. Perché, perché ci abbiamo messo tutti una grande passione.

Abbiamo creato un team invincibile, gente tosta che non molla mai. Ecco di cosa vi parlerà Barbara Martelli alle 11.30 del 21 ottobre, della capacità di far sentire i membri di un gruppo parte di un team. 

9 – La seconda ragione è poter mostrare ai tuoi competitor la potenza del tuo team, la forza che produce risultati oltre qualsiasi sacrificio e fatica. Dovete “piangere” davanti ai componenti del vostro team per mostrare la passione e fare in modo che sia condivisa. Loro si devono sentire materia di ciascuna lacrima ed è solo così che vi seguiranno e trasformeranno il club in una centrale di energia reale.

10 – Sarà questa energia a produrre la creatività per rendervi unici ed originali.

Fino a quando l’umanità ha affidato il suo progresso alla creatività dei singoli geni, ha proceduto con lentezza. La grande trovata, a partire dalla metà dell’800, sta nell’avere escogitato metodi capaci di ottenere strepitosi risultati creativi rinunciando ai geni”. (Una semplice rivoluzione, pag 198 – Domenico De Masi).

Avete capito? Ci sono dei metodi addirittura inventati a metà dell’800 per sviluppare la via all’organizzazione creativa. Forse adesso qualcuno darà un significato più appropriato alla Cruisin’Awy…… piuttosto che a qualche commercialista depresso.

11 – L’aspetto motivazionale è affidato a chi vive di sperimentazioni continue all’interno di un club e deve assolutamente essere parte concettuale e pragmatica di un team che vuole sviluppare processi innovativi e soprattutto risolutivi.

12 – La tecnica in funzione scientifica e progettuale per scoprire insieme il futuro, per dare un’identità al nostro lavoro quotidiano, per offrire un servizio proattivo, per distinguerci in un concerto di voci spesso stonate ma esteticamente piacevoli. Come proporre l’allenamento affinchè non sia considerato dal cliente stesso un trend ma un training completo e ricco di spunti interessanti per la salvaguardia della salute e per la conquista di una forma ideale.

13 – La condivisione tra i vari settori è linfa vitale per il successo di un’azienda e nel nostro specifico è interessante comprendere come sia possibile legare tra loro, le varie attività, partendo dal fine ultimo che è la salute ed il rispetto del cliente oppure nelle scuole di danza la crescita dell’allievo in funzione delle sue aspettative. Non scegliamo per loro, ma facciamo scegliere e consigliamo. Un ragazzino che ha studiato danza classica può innamorarsi dell’hip hop ed entrare in un’altra dimensione senza traumi, così come un cliente di palestra può attraversare la sala degli attrezzi per entrare in sala corsi e vivere un’esperienza diversa e viceversa.

14 – A #Creative, abbiamo riservato UN REGALO IMPORTANTE per te:
5 incontri on line con 5 professionisti del fitness che serviranno a posizionare il vostro servizio nella mente e nel cuore del potenziale cliente. Con i nostri coach potrete interagire, porre domande sulla propria azienda, affrontare argomenti e dettagli mai sviluppati prima d’ora!

Clicca sul link https://goo.gl/gTzFoY per saperne di più!

A Creative proviamo ad immaginare il futuro attraverso gli stimoli della mente

Diceva Schopenauer, (uno dei maggiori pensatori del XIX secolo):”La vita e i sogni sono fogli dello stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare”.

Le ragioni di oggi sono foglie dello stesso albero, possiamo raccoglierle ancora tra i rami oppure sul terreno calpestate da chi vi ha preceduto

I più grandi scienziati della terra, i sociologi, i grandi pensatori condividono l’idea che per crescere economicamente occorre essere creativi, sempre di più.

La produzione continua di idee, di nuovi progetti, servizi rivoluzionari che stravolgono le abitudini, nuovi comportamenti, nuovi atteggiamenti a fronte di nuove condizioni esistenziali, nuovi valori.

Siamo di fronte ad un cambiamento epocale e vedere dei macro-imprenditori arrancare come Twitter, in crisi economica che “cambia” dai 140 a 280 caratteri, come Ryanair, la low cost con le ali, che lascia a terra 400mila passeggeri per 34 rotte annullate, le turbe dei titolari di palestre autoctoni mi ricordano le belle favole con il finale già scritto.

15 – Sono anni che insisto ma dove minkia pensate di andare se i clienti decidono di non usare i vostri prodotti o servizi? Tutti vi invitano a pensare alla sua soddisfazione ed io, e non soltanto il sottoscritto, vi ribadisco che non è più sufficiente. Non basta più. Il problema oggi, e ve lo spiegherà nel modo migliore Giuseppe Ricci, è quello di superare le aspettative e trasformare il cliente in un protagonista del servizio. La vostra deve diventare un’azienda cliente-centrica, se no, amici cari voi….. siete spacciati!

16 – Se non vi mettete nel cranio l’idea di acquisire le conoscenze per la creazione di una business comunity che si affidi alle nuove tecnologie digitali davvero, e non a quei saltimbanchi degni eredi di Vanna Marchi, se non entrate anima e corpo dentro i social media, se non create eventi….. siete spacciati!

17 – Se non capite che il “brucia grassi” ha rotto gli emisferi del sud e che siamo entrati nell’era del client che non si fa prendere più per i fondelli da istruttori che saltellano come paperi sorridenti e che sostengono la teoria che un pavimento pelvico va ricoperto con la moquette e non sono in grado di riconoscere uno sfintere anale dalla tromba di Eustachio…. siete spacciati!

18 – Se non riuscite a sostituire il flyer da tergicristallo alle azioni di web marketing che consentono di generare una lista di possibili clienti interessati ai servizi offerti dal vostro club…. siete spacciati!

19 – Se preferite programmi inventati sul momento, o qualche minuto prima di gestire la performance, a fronte di programmi concepiti per i bisogni specifici della clientela, programmi studiati e pensati da team di istruttori certificati, per conquistare gli obiettivi possibili monitorando i graduali progressi… siete spacciati!

20 – Se pensate di aumentare il fatturato senza il controllo totale e dettagliato della gestione della vostra azienda, senza conoscere l’impalcatura che sorregge le dinamiche economiche, se non siete nelle condizioni di monitorare istante dopo istante costi, entrate, fatturato e ricavi ed eliminare gli sprechi…siete spacciati

21 – A #Creative, abbiamo riservato UN REGALO IMPORTANTE per te:
5 incontri on line con 5 professionisti del fitness che serviranno a posizionare il vostro servizio nella mente e nel cuore del potenziale cliente. Con i nostri coach potrete interagire, porre domande sulla propria azienda, affrontare argomenti e dettagli mai sviluppati prima d’ora!

Clicca sul link https://goo.gl/gTzFoY per saperne di più!

A Creative proviamo ad immaginare il futuro attraverso gli stimoli della mente

www.creativebycruisin.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *