Mc Hip Hop Contest 23 anni di  storia dell’hip hop continentale

Kaizen metodologie per fare innovazione continua e costante
29 Ottobre 2017
DATI: Siamo pieni di dati che non sappiamo interpretare
3 Novembre 2017

Mc Hip Hop Contest tra testimonial e generi musicali 23 anni di  storia dell’hip hop continentale

da un articolo di Lisa Jo Sagolla

Introduzione di Ennio Tricomi

Ho tradotto per voi questo articolo di Lisa Jo Sagolla, una giornalista studiosa ed attenta a tematiche musicali e più in generale all’arte contemporanea. Sarà molto utile alle nuove generazioni che non conoscono la storia di certi fenomeni di grande attualità ma con un passato poco raccontato e spesso oscuro. L’articolo risale ad una decina di anni fa quando nel mondo, già da molto più tempo, uno strano virus aveva trasformato tutto quello che all’epoca veniva chiamato dance music in house music e che nel breve tempo avrebbe dato origine all’house dance.

Ve ne parlo adesso perchè mancano due mesi all’evento dell’anno, alla ventitreesima edizione dell’Mc Hip Hop Contest, il primo grande evento di hip hop in Europa che ha fatto conoscere a tutti gli street dancer nazionali la cultura hip hop e le sue innumerevoli contaminazioni.

L’evento che ha lanciato dall’Italia altri contest in tutto il continente, che nonostante le dovute imitazioni e clonazioni da parte di tutte le organizzazioni europee, rimane nella cultura hip hop come il primo in assoluto della storia, che ha generato quel corto circuito di cui nel tempo si sono interessati i media, frequentando l’evento e talvolta tentando di raccontarlo senza scalfirlo, perché l’Mc è l’unica pietra miliare di una cultura giovanile che ha il preciso ed unico compito di raccontarsi in un processo graduale di crescita naturale che non deriva da alcuna conversione improvvisa ma da una storia che fin dall’inizio è stata raccontata dai precursori, dai pionieri, da coloro che la storia dell’hip hop l’hanno generata e da tutti coloro che nel tempo l’hanno accompagnata fino ai giorni nostri.

Da Kool Herc a Kurtis Blow, da Jeru The Damaja agli Slum Village, da Rahazel Beat Box a Dudley Perkins, a Georgia Anne Muldrow, a Omid Walizadeh per citare solo alcuni degli artisti musicali che hanno lasciato traccia su quel palco, come gli street dancer Ken Swift e Mister Wiggles della Rock Steady Crew o Brian Green, come lo spartito della genesi dell’hip hop nazionale rappresentato dai rapper ” de nuialtri” come MaracashTormentoFrankie Hi -Nrg  e poi crew e djs da tutto il mondo. Questa è l’orma stampata sull’evento che rimarrà nella storia dell’hip hop mondiale, come la sensibilità e la lungimiranza di chi nel lontano 1994, ha scritto la prima pagina dell’Mc Hip Hop Contest e che tutti voi continuate a riscrivere da ben ventitreanni.

You know the difference between locking and popping; you understand the top rocking, footwork, moves, and freezes of breaking; and you even know a bit about krumping, that fresh L.A. dance craze. So does that mean you’re hip to all the latest terpsichorean trends? Well, not completely.

Conosci la differenza tra locking e popping, sai cos’è il top rocking, il footwork, il moves e il freezes del breaking, sai cos’è il krumping, che ha portato aria nuova a Los Angeles. Pensi che questo significhi conoscere perfettamente tutte le ultime tendenze?…  Beh, non completamente.

There’s another popular dance form that grew up alongside hip-hop and is suddenly soaring in global popularity. It’s called house dance. And if you haven’t yet learned how to do it, you may find yourself out of step with the latest dance fashion.

C’è un’altro stile di danza molto popolare che è cresciuto affiancandosi all’ hip-hop ed ha improvvisamente moltiplicato la sua popolarità a livello mondiale. Si chiama house dance.  E se non avete ancora imparato questo stile, rischiate di trovarvi fuori moda!

“House dance is an art form that has captured the imagination of a lot of people in the last few years,” says Brooklyn-based house dancer Santiago Freeman, founding director of Dance Warrior Project, a house dance performance company. “Hip-hop has been prevalent for a long time and has really taken the spotlight in urban dance culture, while house dance took a back seat. But now house dance is beginning to proliferate worldwide.”

“La danza House è una forma d’arte che ha catturato l’immaginazione di molte persone in questi ultimi anni”, dicono Brooklyn e il precursore il ballerino Santiago Freeman, direttore fondatore del Warrior Dance Project, una compagnia di danza house. “L’ Hip-hop, diffuso da tempo, ha preso veramente il centro dell’attenzione nella cultura della danza urbana, mentre la danza house ha preso un posto di secondo piano. Ma l’house sta iniziando a proliferare in tutto il mondo.”
Freeman also co-founded House Dance International, a producing organization that presented a four-day house dance festival in July in New York. “It featured competitions, showcases, film screenings — all representing the culture of house dance,” he says, “and we plan for it to be an annual event. It took place in different clubs throughout the city and included workshops at the Alvin Ailey studios. We had participants from all over the world — from Japan, South Africa, London, Sweden, Germany.”
Freeman ha anche co-fondato House Dance International, una organizzazione di produzione che ha presentato una quattro giorni di festival di house nel mese di luglio a New York.  “E’ un concorso caratterizzato da vetrine, proiezioni di film – tutti rappresentano la cultura della danza house”, dice, “stiamo pianificando perché diventi un evento annuale che si svolga in diversi club in tutta la città, inclusi seminari presso gli studi della Alvin Ailey. Abbiamo avuto partecipanti da tutto il mondo -.. dal Giappone, dal Sud Africa, da Londra, dalla Svezia, dalla Germania ”

Born in Chicago, Refined in New York

Nata a Chicago, definita a New York

House dance originated in the early 1980s in Chicago, the birthplace of house music. Freeman, who was raised in Chicago, says, “At first the clubs that played house music were primarily the black and Latino gay clubs, but the music quickly spread to all the nightclubs in the city.”

” Freeman, che era cresciuto a Chicago, afferma: “In un primo momento i club che hanno suonato musica house erano soprattutto i club gay dei neri e dei latini, ma la musica si diffuse rapidamente in tutti i locali notturni della città.”

House music can be defined as any electronically produced music that’s played at between 118 and 130 beats per minute and has a four-on-the-floor kick drum. “That means the bass drum hits on every quarter-note beat,” Freeman explains. “Of course, disco had that four-on-the-floor beat as well, as did many James Brown records from back in the late ’60s and early ’70s. But what’s special about house is that it was invented at the time when the drum machine was introduced, so it involves an electronically produced beat. The drum machine has enabled a whole new raw sound to be produced, a much heavier sound. The sound system is everything in house music, which is not to say that now you don’t have house music that’s very beautiful and very lush, but at the beginning it was a very stripped-down bass-and-drums sound.”

L’House music può essere definita come qualsiasi tipo di musica elettronica che varia tra i 118 ei 130 battiti al minuto e ha un conteggio di quattro battute al suolo. “Ciò significa che la grancassa batte ogni quarto di nota”, spiega Freeman.  “Certo, anche la musica da discoteca aveva lo stesso ritmo, come molti dischi di James Brown fra  la fine anni ’60 e primi anni ’70. Ma cosa c’è di speciale nell’house, è che è stato inventata nel momento in cui è stata introdotta la drum machine , questo da al tutto un ritmo elettronico. La drum machine ha reso possibile un nuovo sound grezzo, un suono molto più pesante. Ora gli impianti audio sono tutti in musica house, questo non vuol dire che ora ci sia una musica house bella e coinvolgente, ma all’inizio  il suono era sicuramente più profondo e di qualita”.

As it has developed, house music has become a repository for other art forms, allowing for the emergence of numerous subgenres.As it has developed, house music has become a repository for other art forms, allowing for the emergence of numerous subgenres. “For example, you have rappers who rap over house, and it’s called hip-house,” Freeman says. “You have African instrumentation and chants done with house music, and that’s Afro house. You also have acid house, which has lots of tech elements in the music. And you have soulful house, which is soulful R&B singers singing over house music. Some of the subgenres involve vocals and some do not. Deep house, for instance, refers to purely instrumental house music.”

Come si è sviluppata, la musica house è diventata un contenitore per altre forme d’arte, permettendo la nascita di numerosi sottogeneri.  “Hai strumentazione africane e canti basati su musica house, questa è Afro House. Abbiamo anche l’acid house, che ha un sacco di elementi di tecnologia nella musica. E abbiamo “soulful house”, che è ricca di sentimenti profondi cantati dai cantanti R&B. Alcuni sottogeneri coinvolgono voci e altri no. Deep house, per esempio, si riferisce alla musica house puramente strumentale.
From the get-go, house music was created to be dance music. From the get-go, house music was created to be dance music. “There was a lot of give-and-take at the beginning between the dancers and the music producers,” Freeman says. “The producers were trying to make music that the dance floor would respond to.” While house dance has evolved considerably as all the different musical subgenres have developed, it has three primary elements: jacking, footwork, and lofting. Jacking is a fast back-and-forth movement of the upper body that matches the four-on-the-floor kick drum. Footwork in house dance is very complex and borrows from tap dance. The jacking and footwork elements of house dance originated in Chicago but were further developed and embellished in New York.

Dal get-go, la musica house è stata creata per essere musica da ballo.  “C’era un sacco di dare e avere, all’inizio tra i ballerini ed i produttori di musica”, dice Freeman.  “I produttori stavano cercando di fare musica a cui la pista rispondesse. Mentre la house dance si è considerevolmente evoluta, come tutti i sottogeneri musicali diversi che si sono sviluppati, bisogna considerare tre elementi primari: il sollevamento (Jacking), il footwork, e il lofting.  Il Jacking è un veloce avanti e indietro della parte superiore del corpo che corrisponde a un conteggio di quattro tempi sulle battute della drum machine.  Il Footwork nell’house è molto complesso e prende in prestito alcuni passi del tip tap. Il Jacking e gli elementi di footwork sono nati a Chicago ma si sono perfezionati a New York.

The golden age of house music and dance in Chicago was from about 1984 to 1988. It wasn’t until a bit later, however, from the mid-’80s through the early ’90s, that house in New York moved beyond the gay clubs and flourished throughout the club scene. But it was in New York that the third element, lofting, was added. Lofting refers to the floor work, the dance’s acrobatic movements.

L’età d’oro della musica house e dance a Chicago è stata dal 1984 al 1988. Fu solo un po ‘più tardi, tuttavia, dalla metà degli anni ’80 attraverso i primi anni ’90, l’house a New York, si spostò al di là del club gay e fiorì in tutta la scena dei club.  Ma è stato a New York che il terzo elemento, il lofting, è stato aggiunto.  Lofting si riferisce al piano di lavoro sul suolo, ai movimenti acrobatici della danza.

“There’s a parallel to break dance in that it too has acrobatic floor-work elements,” Freeman says. “But house dance has its own brand of acrobatic moves. They’re much more fluid. In lofting, it’s all about being smooth and controlled. You’re dancing through the beat rather than on it. It’s very graceful. Think of a swan dive — that’s the name of a classic lofting move. The biggest compliment you can say to a lofter is, ‘You flow like water.’”

” Freeman sa”C’è un parallelo con la break dance, in quanto ha anche elementi di lavoro acrobatico al suolo”, ha detto Freeman. “Ma l’house ha il proprio marchio di mosse acrobatiche. Sono molto più fluide. Il Lofting è tutto di essere regolare e controllato. Stai ballando attraverso il ritmo, piuttosto che su di esso. E ‘molto grazioso. Pensate a un cigno, questo è il nome di un movimento classico del lofting. Il miglior complimento che si può dire a un lofter è: ‘Tu scorri come l’acqua’. “

While you may think lofting got its name from its smooth, floating aesthetic, it was actually named for the Loft, the popular nightspot in New York’s Soho where it originated. It was at the Loft and the Paradise Garage, in Greenwich Village, both former disco clubs, that many of the foundational house dance movements began. The term house, in reference to both music and dance, also derives from a club — the Warehouse — which was one of the two (along with the Music Box) seminal house music clubs in Chicago. While you may think lofting got its name from its smooth, floating aesthetic, it was actually named for the Loft, the popular nightspot in New York’s Soho where it originated.

Mentre si potrebbe pensare che il lofting abbia preso il nome dalla sua caratterizzazione, estetica e fluttuante, in realtà è stato chiamato così per il Loft, il locale notturno popolare a Soho di New York dove ha avuto origine. Sono stati il Loft e il Paradise Garage, nel Greenwich Village, entrambi club discoteca, la culla di molti dei movimenti fondamentali della danza house.  Il termine house, in riferimento sia alla musica che alla danza, deriva anche da un club – the Warehouse – che era uno dei due (insieme al Music Box) club house music di Chicago.

By the 1990s, the center of the house music and dance industry had shifted from Chicago to New YBy the 1990s, the center of the house music and dance industry had shifted from Chicago to New York. From there it was exported to youth culture scenes in most of the major cities of Europe and Asia. “Although there was a strong house music scene throughout the ’90s,” Freeman says, “it was a bit on and off. It wasn’t consistent. But by about 2001, you began to see a real surge in interest in both the music production and the dance form. Even though it’s been around for 20 years, it’s really been in the last four years that enthusiasm for house dance has grown tremendously. Recently there was an international house dance competition in France, and it took place in a stadium that held 6,000 people. The growth of the house dance scene abroad is really amazing.”

Dal 1990, il centro della musica house e dance del settore si è spostata da Chicago a New York.  Da lì è stata esportata nello scenario della cultura giovanile nella maggior parte delle principali città di Europa e Asia.  “Anche se c’è stata una forte scena house negli anni ’90”, dice Freeman, “un po’ si accendeva e un po’ si spegneva. Non è stata coerente. Ma da circa il 2001, si cominciò a vedere una vera e propria impennata di interesse per entrambe le produzioni musicali e la forma di danza. Anche se l’house è stata sulla scena per 20 anni, è stato veramente negli ultimi quattro anni che l’entusiasmo per la danza house è cresciuto enormemente. Recentemente c’è stato un concorso internazionale di danza house in Francia, e si è svolto in un stadio che contiene 6000 persone. La crescita della scena dance house all’estero è davvero sorprendente.

Still Morphing
While house dance originated as a social dance form, within the last few years it has begun to emerge as a form of concert dance. “You now have groups — such as mine, the Dance Warrior Project — that perform choreographed house dance on stage,” says Freeman.

Ancora Morphing. Mentre l’house dance nasce come una forma di danza sociale, nel corso degli ultimi anni ha iniziato a emergere come una forma di concerto danza.  “Si dispone ora di gruppi – come il mio, il Warrior Dance Project – che eseguono coreografie di house dance sul palco”, dice Freeman.

Other house dance performance companies include MAWU (a six-member all-female troupe) and Beyond Phenomenon, directed by Ejoe Wilson. Freeman describes Wilson as a legend in house dance: “He’s internationally recognized and has appeared in lots of videos. He’s also an instructor of house dance at Broadway Dance Center.” Other house dance performance companies include MAWU (a six-member all-female troupe) and Beyond Phenomenon , directed by Ejoe Wilson.

Altre crew di house dance includono Mawu (una crew di sei ballerine tutta al femminile) e Beyond Phenomenon, diretto da Ejoe Wilson.” Freeman descrive Wilson come una leggenda della danza house: “E’ riconosciuto a livello internazionale ed è apparso in un sacco di video. E’ anche un istruttore di danza house al Broadway Dance Center.”

Though house dance is basically a solo form, there is a subgenre called the hustle — derived from the disco dance of the same name — that is danced in couples. “We had a hustle category in our competition at the festival this summer,” Freeman says. “And another category we had that represents another subgenre of the form that derived from an earlier dance form is vogue. It includes the runway posings from vogueing but done to house music.”
Though house dance is basically a solo form, there is a subgenre called the hustle — derived from the disco dance of the same name — that is danced in couples.

Sebbene l’house dance sia sostanzialmente in forma da solista, vi è un sottogenere chiamato “hustle” – che deriva dalla disco dance con lo stesso nome – che si balla in coppia. “Abbiamo avuto una categoria “hustle” nel nostro concorso al Festival di questa estate”, ha detto Freeman. “E abbiamo avuto un’altra categoria che rappresenta un altro sottogenere che deriva da una forma di danza “vogue” (moda). Esso comprende i movimenti del vogueing ma sulla musica house.”

In 2003, Freeman began promoting monthly house dance events at the Brooklyn Mecca, and he is now a major organizer of New York’s house dance community. He is currently planning the house dance activities for Miami’s Winter Music Conference. “The conference is kind of like spring break for house dancers. It’s a house music convention, yet it has a very strong dance presence. Everyone just goes to South Beach at the end of March and enjoys five days of nonstop dancing.”

Nel 2003, Freeman ha iniziato a promuovere eventi mensili di house dance presso la Mecca Brooklyn, e ora è un grande organizzatore di gruppi di danza house a New York.  Attualmente sta progettando le attività di danza house della Winter Music Conference di Miami.  “La conferenza è una specie di vacanza di primavera, per i ballerini di house. Si tratta di una convention di musica house, ma ha una presenza molto forte di danza. Ognuno va a South Beach alla fine di marzo e gode di cinque giorni di danza non-stop”.

Se siete interessati a saperne di più sulla danza house potete ricercare i DVD dei festival prodotti da Freeman nelle stagioni precedenti. “Ci sono in distribuzione filmati di tutte le varie competizioni.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *